print preview Ritornare alla pagina precedente Comunicati stampa

Coronavirus: il Consiglio federale sostiene le strutture di volontariato di Gioventù+Sport

Berna, 30.06.2021 - Le misure contro il coronavirus si ripercuotono anche sul principale programma di promozione dello sport della Confederazione, Gioventù+Sport. Molte attività non si sono potute svolgere a causa della pandemia e le attività formative continuano a essere fortemente limitate. Per non indebolire in modo duraturo le strutture di volontariato di G+S, nella sua seduta del 30 giugno 2021 il Consiglio federale ha prorogato fino alla fine del 2022 le misure di sostegno già in corso a favore delle associazioni e del volontariato.

30.06.2021 | COM BASPO/OFSPO/UFSPO

 Kinder spielen Seilziehen auf einem Feld

Con il suo programma Gioventù Sport (G+S), la Confederazione promuove lo sport e il movimento per i bambini e i giovani, sovvenziona i campi, gli allenamenti e le gare delle associazioni e forma le monitrici e i monitori di G+S. In questo modo, oltre 100 milioni di franchi all’anno e molte conoscenze specialistiche confluiscono nelle strutture sportive svizzere basate sul volontariato.

Le misure adottate nella lotta contro la pandemia hanno portato alla cancellazione di molte attività di G+S e le attività formative per i quadri hanno dovuto essere notevolmente limitate. Per impedire che le strutture e le società di volontariato vengano indebolite in modo duraturo, già nella primavera del 2020, all’inizio della pandemia di COVID-19 il Consiglio federale aveva deciso di sostenerle con un contributo speciale G+S nei limiti del credito autorizzato. Inoltre, le associazioni hanno ricevuto sovvenzioni anche se a causa delle misure per combattere il coronavirus non è possibile raggiungere il numero minimo di allenamenti. Allo stesso modo, i riconoscimenti dei quadri sono stati prorogati in quanto la formazione obbligatoria non era possibile entro i termini previsti a causa della pandemia.

Proseguimento delle misure già in atto

Queste misure vengono ora prorogate dal Consiglio federale in una forma leggermente adattata, in quanto rimane incerto il momento in cui sarà nuovamente possibile svolgere le normali attività sportive e nella formazione orientata alla pratica di G+S.

Viene prorogata anche la disposizione che consente di discostarsi leggermente dalle disposizioni altrimenti in vigore per i cicli di studio con un orientamento pratico della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin (SUFSM). Questo consente alla SUFSM di continuare a godere della flessibilità necessaria per affrontare l’attuale crisi, garantendo così il funzionamento della scuola universitaria.

Nessun onere aggiuntivo a livello finanziario

La modifica dell’ordinanza sulla promozione dello sport, necessaria per la proroga, entrerà in vigore il 1° gennaio 2022. La modifica dell’ordinanza concernente i contributi speciali viene invece anticipata già al 1° agosto 2021 per motivi di budget. I contributi speciali sono stanziati nei limiti del budget già autorizzato. Non vi è quindi alcun onere aggiuntivo a livello finanziario. Le misure sono previste fino alla fine del 2022.

Bundesamt für Sport BASPO Kommunikation
Tobias Fankhauser
Tel.
058 460 55 03