print preview

COVID-19 e lo Sport

Qui trovate informazioni attuali sugli aiuti finanziari della Confederazione e sulle condizioni quadro previste per le attività sportive e le manifestazioni sportive.

coronavirus_165

Allentamenti delle misure

Q & A sugli allentamenti nel campo dello sport

Nella sua seduta straordinaria del 18 ottobre 2020, il Consiglio federale ha adottato diverse misure valide in tutta la Svizzera per combattere il forte aumento delle infezioni da coronavirus che colpiscono anche lo sport. Le decisioni del Consiglio federale si trovano qui.

Per principio, le domande specifiche che riguardano la propria disciplina sportiva vanno rivolte alla competente federazione sportiva o del settore. Le domande sui campi possono essere rivolte alle rispettive associazioni giovanili.

I Cantoni possono rendere più rigorose le misure federali in qualsiasi momento e prevedere delle direttive più severe. Le informazioni sulle misure cantonali figurano nel sito web del rispettivo Cantone. I link per i servizi d'informazione cantonali sono disponibili sul sito www.ch.ch.

Quando è obbligatorio indossare la mascherina durante lo sport?

D’ora in poi le mascherine devono essere indossate anche nei locali interni accessibili al pubblico. Questo include anche gli spazi d’ingresso e guardaroba di piscine, impianti sportivi e centri fitness. Negli spazi per l’allenamento degli impianti sportivi e di fitness, l'obbligo di indossare una mascherina si applica ogni volta che è previsto dal piano di protezione dell’impianto. La mascherina deve essere indossata anche per attività sportive "più calme" (vedi prossima domanda/risposta).

Secondo l’UFSP cosa sono attività sportive “più tranquille”?

Fondamentalmente si applica il piano di protezione della rispettiva federazione sportiva o del settore. Nelle discipline sportive che si svolgono in un locale in cui la singola persona staziona sempre su un tappetino o sempre nello stesso posto, deve essere rispettata fra l’altro la distanza minima. Se ciò non è possibile, è necessario indossare una mascherina. Se lo sforzo fisico durante lo sport è solo lieve (basso sforzo fisico, respirazione solo leggermente più pesante rispetto a quando si sta seduti in silenzio, ad esempio giocare a biliardo o a bowling), le nuove norme rendono di solito obbligatorie anche la mascherina (delle eccezioni sono possibili nello sport d’elite).

Le nuove regole per gli eventi privati con più di 15 persone (obbligo di indossare le mascherine, consumo da seduti, registrazione di tutti i partecipanti) e il divieto di raduni spontanei di più di 15 persone in spazi pubblici valgono anche per lo sport amatoriale?

No, lo sport amatoriale ne è esente, ma deve continuare ad applicare i piani di protezione validi. Ulteriori disposizioni riguardano soprattutto l'obbligo di indossare le mascherine nelle aree pubbliche (ad es. servizi igienici e guardaroba o l'accesso ai palazzetti dello sport o agli impianti di fitness). Inoltre d’ora in poi si deve indossare la mascherina durante le attività sportive "tranquille" (vedi domanda precedente).

A partire dal 1° ottobre 2020 sono nuovamente autorizzate le grandi manifestazioni con oltre 1000 persone. Si devono adottare severe misure di protezione e i Cantoni devono approvare gli eventi basandosi sulla rispettiva situazione epidemiologica e sulle risorse disponibili per il tracciamento dei contatti.

Informazioni complementari...

Piani per la protezione

Ogni offerente di attività sportive deve avere un proprio piano per la protezione. La regola è: senza piano per la protezione niente attività sportiva organizzata.
Anche i gestori di impianti sportivi devono avere un piano per la protezione se vogliono aprire i propri impianti. Allo scopo possono fare riferimento alla Arbeitsgemeinschaft Schweizerischer Sportämter ASSA. Per l’attuazione sono competenti le autorità cantonali, che possono anche decidere la chiusura degli impianti sportivi non in regola.

Importante: un piano per la protezione non autorizza ancora a utilizzare un impianto sportivo. È lasciato al gestore decidere se e quando intende aprire il proprio impianto. Pertanto si raccomanda: federazioni e società sportive dovrebbero consultare i gestori di impianti sportivi e collaborare con essi.
 

Nessuno, non è prevista una approvazione dei piani per la protezione. I piani direttivi delle federazioni nel campo della protezione vengono esaminati per verificarne la plausibilità dall’UFSPO e dall'Ufficio federale della sanità pubblica UFSP.

Quelli enunciati nel piano quadro di protezione della competente associazione di categoria e nelle direttive pubblicate in allegato nell’ordinanza.

In incontri privati, come ad esempio riunioni familiari che non si tengono in posti aperti al pubblico o in locali pubblici e in cui i partecipanti sono conosciuti dall’organizzatore non si deve elaborare a applicare un piano di protezione.

No, ma i piani già in vigore possono essere adeguati alle nuove condizioni quadro.

Sì. Le federazioni adegueranno i propri piani quadro alle nuove condizioni. Tuttavia non sarà più necessario verificarne la plausibilità.

Gruppi e spazi

Sì, ogni volta che è possibile si deve mantenere una distanza di 1.5 metri. Se il contatto fisico non può essere evitato durante la pratica di una disciplina sportiva è importante assicurarsi che la distanza sia mantenuta prima e dopo l'attività sportiva. Il mantenimento della distanza rimane un elemento centrale dei piani di protezione.

Nel caso in cui per motivi d’impresa o economici non è possibile mantenere la distanza o attuare delle barriere (mascherina, protezioni adeguate) per proteggersi dall’infezione si deve prevedere la registrazione dei dati delle persone presenti (cognome, nome, numero di telefono, numero del posto a sedere o orari di presenza se possibile). Gli organizzatori devono garantire che ogni persona possa avere massimo 300 contatti potenziali. A determinate condizioni le autorità cantonali possono esulare da questo valore massimo e prevedere un numero inferiore.

Raccogliere informazioni relative ai contatti per motivi di protezione dei dati è ammesso solo se la persona interessata viene informata in merito e le misure sono adeguate alle circostanze, ovvero non è possibile mantenere le distanze e portare la mascherina. In questi casi le informazioni sui contatti devono essere conservate dall’organizzatore per 14 giorni (periodo di incubazione) per poter tracciare tutti quelli che sono stati in contatto con una persona rivelatasi infetta. L’attuazione del Contact Tracing è sotto la responsabilità dei medici cantonali.  

In caso di famiglie o di altri gruppi di partecipanti o di visitatori che comprovatamente si conoscono fra di loro.  

No. Le raccomandazioni sulla distanza devono essere rispettate se la pratica naturale della disciplina sportiva lo permette. La variante che prevede di gestire un elenco delle presenze simultaneamente all'allenamento in squadre a composizione fissa è prevista solo nelle discipline sportive con un contatto fisico permanente e ravvicinato.

Contatto fisico

Sì. I concetti di protezione del rispettivo sport devono essere osservati.

A partire da subito si possono tenere competizioni in tutte le discipline sportive.

Attualità



Ufficio federale dello sport UFSPO Hauptstrasse 247
CH-2532 Macolin

E-Mail


Comunicazione UFSPO

+41 58 467 61 33
E-Mail


Reservazioni

Centro nazionale dello sport Macolin
+41 58 467 61 11
E-Mail
Internet


Ufficio federale della sanità pubblica UFSP

Infoline Coronavirus:
+41 58 463 00 00

UFSP: Nuovo coronavirus