print preview

COVID-19 e lo Sport

Qui trovate informazioni attuali sugli aiuti finanziari della Confederazione e sulle condizioni quadro previste per le attività sportive e le manifestazioni sportive.


In occasione della sua seduta del 14 aprile 2021 il Consiglio federale ha deciso un’ulteriore fase di riapertura a partire dal 19 aprile, la quale interesserà anche lo sport. 


Q & A

Update: 19.03.2021, 14h

In occasione della sua seduta del 14 aprile 2021 il Consiglio federale ha deciso un’ulteriore fase di riapertura a partire dal 19 aprile, la quale interesserà anche lo sport. Al riguardo, qui trovate le domande più frequenti con le relative risposte.

  • Il sostegno finanziario per i casi di rigore è di competenza dei Cantoni e le corrispondenti informazioni possono essere consultate qui.
  • Per principio, le domande specifiche che riguardano la propria disciplina sportiva vanno rivolte alla competente federazione sportiva o del settore. Le domande sui campi possono essere rivolte alle rispettive associazioni giovanili. Informazioni di rilievo sono disponibili anche nel sito di Swiss Olympic.
  • I Cantoni possono rendere più rigorose le misure federali in qualsiasi momento e prevedere delle direttive più severe. Le informazioni sulle misure cantonali figurano nel sito web del rispettivo Cantone o qui (sito CDS). I link per i servizi d'informazione cantonali sono disponibili sul sito www.ch.ch
  • Gioventù+Sport: Informazioni sui campi G+S nonché sui corsi di formazione e di perfezionamento G+S figurano nel sito gioventuesport.ch.

Q & A sugli allentamenti nel campo dello sport

Chi ha bisogno di un piano di protezione?
I gruppi a partire da 6 persone (compresi i monitori) devono avere un proprio piano di protezione così come anche i gestori di impianti sportivi. Tale provvedimento si applica a prescindere dall’età e vale per tutte le attività sportive anche al di fuori delle strutture delle società.

Chi approva i piani di protezione?
L'approvazione dei piani di protezione non è di competenza della Confederazione. Le autorità cantonali possono disporre che i piani di protezione gli vengano sottoposti.

I piani di protezione già esistenti devono essere adeguati alle nuove disposizioni?
Sì.

A chi devono essere sottoposte le domande di dettaglio in merito ai piani di protezione e alla loro attuazione?
Alla competente associazione sportiva o di categoria.

Su cosa ci si può basare per l'allestimento di un piano di protezione?
Sul piano quadro di protezione della competente associazione sportiva o di categoria, sulla guida di Swiss Olympic (disponibile in tedesco e francese) per i piani di protezione per le manifestazioni sportive o sulle direttive pubblicate nell’allegato nell’ordinanza.

Bisogna essere membri di una federazione per potersi basare sul suo piano quadro di protezione?
No.

A quali parametri bisogna fare riferimento se non esiste una federazione per la disciplina sportiva in questione?
Al piano quadro della federazione di una disciplina sportiva simile o direttamente alle direttive dettagliate nell’allegato dell’ordinanza.

Ci sono delle restrizioni alle attività sportive?
Solo una, ovvero le competizioni possono svolgersi esclusivamente senza pubblico. Altrimenti questa fascia d'età non è soggetta a restrizioni.

Sono quindi ammessi anche gli sport di contatto?
Sì.

La dimensione del gruppo è soggetta a restrizioni?
No.

È prescritto uno spazio minimo per fare sport?
No.

Si fa una distinzione fra sport al chiuso e all'aperto?
No.

Sono ammesse le competizioni?
Sì, ma senza la presenza di spettatori.

Il divieto di spettatori per le competizioni vale anche per gli allenamenti?
Sì. Gli spettatori non possono assistere agli allenamenti all’interno dell’area degli impianti sportivi al chiuso e all'aperto. Fanno eccezione i funzionari delle società.

Sono prescritti degli orari di apertura/chiusura degli impianti sportivi?
No.

Chi decide riguardo all'apertura di un impianto sportivo?
Il gestore.

Quanti allenatori sono ammessi?
Lo stesso numero di allenatori che sarebbero presenti durante l'allenamento e le competizioni senza restrizioni.

Per i bambini e i giovani vige l'obbligo di portare la mascherina mentre praticano sport?
No.

Le persone adulte che assistono alle attività sportive al chiuso praticate da persone in età inferiore a 20 anni devono indossare la mascherina?
Sì, le maschere sono obbligatorie negli spazi al chiuso.

Gli adulti possono accompagnare i bambini e i giovani negli impianti sportivi al chiuso?
Le persone nate nel 2000 o prima possono accompagnare le persone nate nel 2001 o dopo nell'impianto. Durante l'attività sportiva vera e propria queste persone devono tuttavia lasciare l'impianto: non sono permessi spettatori durante gli allenamenti e le gare.

Il vaccino Covid-19 consente dei vantaggi nello sport?
Il Consiglio federale non ha ancora preso una decisione al riguardo.

Quali regole si applicano ai gruppi misti composti da persone che praticano sport nate prima e dopo il 2001?
In questo caso si applicano le regole per persone nate nel 2000 o prima.

Quali restrizioni si applicano alle attività sportive?
Bisogna distinguere tra sport all'aperto e sport al chiuso: all'aperto si può fare sport da soli o in gruppi fino a un massimo di 15 persone (compreso il monitore), rispettando la distanza minima di 1,5 m o indossando costantemente la mascherina. Gli impianti sportivi necessari a questo scopo possono essere aperti. Anche lo sport al chiuso è permesso per persone singole o per gruppi fino al massimo 15 persone, rispettando la distanza minima e indossando costantemente la mascherina. Lo sport senza mascherina al chiuso è permesso unicamente a determinate condizioni (cfr. domanda seguente).

Sono ammessi gli sport di contatto?
Sono ammessi all'esterno se si indossa una mascherina. Al chiuso non sono ammessi. Tuttavia non sono ancora raccomandati al momento.

Cosa si intende con sport di contatto?
Ad es. le arti marziali o la danza, ma anche le discipline sportive in cui il contatto fisico non può essere evitato nella pratica normale dello sport, come ad es. il calcio, l'hockey su ghiaccio, la pallacanestro, la pallavolo ecc.

Come possono svolgersi gli sporti di contatto all'esterno?
Praticare lo sport di contatto come d'abitudine è possibile unicamente indossando costantemente la mascherina. Senza mascherina sono consentiti gli allenamenti individuali o gli allenamenti tecnici senza contatto fisico. Tuttavia, al momento bisognerebbe evitare gli sporti di contatto. La situazione epidemiologica è ancora molto fragile.

La dimensione del gruppo è soggetta a restrizioni?
Sì, un gruppo può essere composto da un massimo di 15 persone, compresi i monitori (all'esterno e all'interno).

È possibile formare diversi gruppi di massimo 15 persone per fare sport?
Sono ammessi più gruppi se durante tutta l'attività sono rispettate le condizioni seguenti: i gruppi sono stabilmente composti dalle stesse persone, sono sempre riconoscibili come entità indipendente, i membri non si avvicinano né si mescolano fra di loro (compresi i monitori).

La dimensione massima di un gruppo pari a 15 persone vale anche per i centri fitness?
Nel caso del fitness di gruppo non possono esserci più di 15 persone per gruppo. Per le altre persone che si allenano in modo indipendente nel centro fitness non si applica tale regola. In questo caso le limitazioni relative alla capacità dipendono dallo spazio a disposizione. Se lo spazio a disposizione è sufficiente, a determinate condizioni possono avere accesso alla struttura anche più di 15 persone contemporaneamente (cfr. domanda seguente).

È prescritto uno spazio minimo per fare sport negli impianti sportivi all’aperto e al chiuso?
Sì, per ogni persona devono essere disponibili almeno 10 metri quadrati. Su tale base occorre elaborare piani di protezione che tengano in considerazione anche la necessità di limitare le capacità. Se uno spazio interno non dovesse superare i 30 metri quadrati, sono necessari solo 6m2 a persona. Nel caso di superfici tra 30 e 50 m2 è possibile permettere l'accesso a 5 persone. Inoltre, le persone presenti in un impianto al chiuso devono indossare la mascherina.

I limiti di capacità valgono anche per gli impianti all'aperto come skatepark e pumptrack?
Sì, anche per questi impianti vale la regola dei 10 metri quadrati (v. domanda precedente). Inoltre occorre rispettare la disposizione relativa alla dimensione massima per singoli gruppi (15 persone) nell'impianto. Tuttavia, se vi è sufficiente spazio e nel rispetto del piano di protezione, è possibile permettere l’accesso a più di 15 persone all’impianto. Se l'impianto viene utilizzato contemporaneamente da persone nate nell’anno 2001 o dopo e da persone nate nell’anno 2000 o prima, per la definizione del limite di capacità occorre calcolare tutte le persone.

Vi sono dei limiti di capacità per impianti al chiuso come palestre per il trampolino o piscine coperte?
Sì, anche per questi impianti vale la regola dei 10 metri quadrati (v. domanda precedente). Nelle piscine al coperto occorre disporre di una superficie d'acqua di almeno 25m2 a persona. In un locale nel quale si fa sport senza mascherina possono sostare al massimo 15 persone e deve essere presente un'aerazione efficace: per la maggior parte delle piscine al coperto ciò significa un limite massimo di persone pari a 15. Se l'impianto viene utilizzato contemporaneamente da persone nate nell’anno 2001 o dopo e da persone nate nell’anno 2000 o prima, per la definizione del limite di capacità occorre calcolare tutte le persone.

Il personale di impianti al chiuso come palestre per il trampolino o piscine coperte viene incluso nel calcolo del limite di capacità?
No. Queste persone sono tuttavia soggette all'obbligo di indossare la mascherina in ogni momento; ciò deve essere disciplinato nel pianto di protezione.

Vi sono dei limiti di capacità per le piscine all'aperto?
Per quanto riguarda la superficie d'acqua, non vi sono disposizioni esplicite come per le piscine al coperto. Anche in questo caso per la capacità massima si fa riferimento ai 10 m2 per persona rispetto alla superfice totale di tutto l'impianto (senza la superficie d'acqua); questo deve essere disciplinato nel piano di protezione.

Anche per gli impianti di arrampicata valgono le disposizioni relativi ai metri quadrati?
Sì.

Si fa una distinzione tra sport al chiuso e all'aperto?
Sì. (v. prima domanda)

Sono ammesse le competizioni?
Sì se si rispettano tutte le disposizioni vigenti e quest’ultime figurano in un piano di protezione. Gli spettatori non sono ammessi.

Le competizioni sono limitate a 15 persone o possono comprendere più gruppi di 15 persone?
In linea di principio possono competere al massimo 15 persone contemporaneamente. Se si intende svolgere una competizione con più di 15 persone, essa deve suddivisa in singoli eventi che si svolgono uno dopo l'altro o parallelamente ma in luoghi diversi. Occorre garantire che non sia percepita come evento globale (ad es. mediante chiari intervalli di tempo). Inoltre bisogna evitare che i gruppi si mescolino quando arrivano e quando lasciano l'impianto. La terrazza del ristorante del club può tuttavia rimanere accessibile se si rispettano tutte le relative condizioni. Le disposizioni da rispettare devono essere stabilite in un piano di sicurezza.

Gli spettatori sono consentiti?
A determinate condizioni, le manifestazioni con pubblico sono di nuovo permesse per competizioni di squadre che militano in una lega professionistica o semi-professionistica o in una lega giovanile nazionale o per competizioni di atleti dello sport di prestazione.

Gli aiutanti contano come spettatori?
No. Le persone assolutamente necessarie per lo svolgimento di una competizione non contano come spettatori.

Sono prescritti degli orari di apertura/chiusura degli impianti sportivi?
No.

Chi decide riguardo all'apertura di un impianto sportivo?
Il gestore.

Quanti allenatori sono ammessi?
Lo stesso numero di allenatori che sarebbero presenti durante un allenamento senza restrizioni.

Vige l'obbligo di indossare la mascherina durante l'attività sportiva?
Occorre distinguere tra sport al chiuso e all'aperto. Negli spazi all'aperto vige l'obbligo di indossare la mascherina se non è possibile rispettare la distanza minima tra di 1,5 metri. Con una sola eccezione (cfr. prossima domanda) negli spazi al chiuso occorre indossare costantemente la mascherina.

Quando è possibile rinunciare alla mascherina negli spazi al chiuso?
In linea di principio negli spazi al chiuso vige l'obbligo di indossare la mascherina. Lo sport al chiuso senza mascherina è permesso unicamente se la disciplina non può essere svolta con la mascherina e sono rispettate disposizioni di distanziamento rigorose. Per ogni persona devono essere disponibili almeno 25 metri quadrati ad uso esclusivo (ad es. allenamento di resistenza nel centro fitness sul tapis roulant o sul vogatore). Nel caso di attività «calme» e stazionarie a bassa intensità (ad es. Yoga o Pilates) devono essere disponibili almeno 15 metri quadro per persona ad uso esclusivo. In via opzionale è possibile installare tra le persone separazioni idonee ed efficaci (ad es. grandi plexiglas). In questo caso occorre disporre di almeno 10 metri quadrati per persona (cfr. domanda precedente). In un locale nel quale si fa sport senza mascherina possono sostare al massimo 15 persone senza mascherina; inoltre è obbligatorio disporre di un'areazione efficace e ed effettuare la registrazione dei dati.

Nel tennis è obbligatorio indossare la mascherina?
Al chiuso per le partite di doppio occorre indossare la mascherina, per il singolo no. All'esterno la mascherina non deve essere indossata né in doppio né nel singolo. La mascherina va tuttavia indossata quando si entra e si esce dal campo nonché negli spogliatori e nei servizi igienici. Le disposizioni da rispettare devono essere stabilite in un piano di sicurezza.

Il vaccino Covid-19 consente dei vantaggi nello sport?
No, finora no. Il Consiglio federale non ha ancora preso una decisione al riguardo.

Quali regole si applicano ai gruppi misti composti da persone che praticano sport nate prima e dopo il 2001?
In questo caso si applicano le regole per persone nate nel 2000 o prima.

Gli spazi all'interno delle strutture come gli spogliatoi possono essere utilizzati quando si fa sport all'aperto?
I locali all'interno di impianti e stabilimenti che sono necessari per l'uso degli spazi esterni di queste strutture, ovvero aree di ingresso, servizi igienici e spogliatoi, possono rimanere aperti a condizione che esista un piano di protezione. A tal fine occorrono almeno 10 metri quadrati per persona presente. In impianti e stabilimenti con una superficie fino a 30 metri quadrati vale una superficie minima di 6 metri quadrati per persona.

È consentito svolgere un personal training (1:1) a casa del cliente?
È possibile se si rispettano le disposizioni vigenti (in particolare l'obbligo di indossare al mascherina).

La ginnastica mamma-bambino/papà-bambino è autorizzata?
Sì, per un massimo di 15 persone. Anche i bambini devono essere conteggiati.
Al chiuso le persone nate nel 2000 o prima devono indossare la mascherina e mantenere la distanza dagli altri partecipanti dello stresso gruppo di persone.

Possono rimanere aperte le strutture di ristorazione degli impianti sportivi e ricreativi?
Esclusivamente nel rispetto delle regole che valgono per gli stabilimenti di ristorazione. Maggiori informazioni al riguardo sono fornite da Gastrosuisse o dall'UFSP.

Il locatario o il proprietario di un locale, utilizzato per scopi sportivi privati, può metterlo a disposizione di altre persone? (ad es. garage in affitto con attrezzi fitness)?
Se il locatario mette a disposizione gratuitamente il locale a un gruppo chiaramente definito di persone e rispetta le condizioni stabilite nell'ordinanza per gli incontri privati, può scegliere liberamente a chi permettere di allenarsi in questo locale.

Sono consentiti gli allenamenti a scopo terapeutico?
Sì. Valgono le consuete disposizioni per le attività sportive.

Cosa vale per i corsi pre e post parto e i corsi di preparazione al parto?
Sono ammessi nel rispetto delle disposizioni vigenti.

L'UFSPO può rilasciare delle autorizzazioni?
No, si applica l'ordinanza.

L'UFSPO controlla il rispetto dei regolamenti nello sport?
No. Le autorità cantonali e comunali sono responsabili del controllo del rispetto delle misure in vigore.

Quando è obbligatoria la registrazione dei dati di contatto?
Nel caso di attività sportive al chiuso senza mascherina.

Le persone interessate devono essere informate in merito alla registrazione dei dati di contatto e sul fatto che rinunciando a misure relative a distanze e barriere protettive in principio sussiste il rischio di infezione?
Sì. E oltre a ciò una persona può essere esclusa da una manifestazione se si rifiuta di indicare i propri dati di contatto.

Qual è la situazione della protezione dei dati con il Contact Tracing?
Raccogliere informazioni relative ai contatti per motivi di protezione dei dati è ammesso solo se la persona interessata viene informata in merito e se le misure sono adeguate alle circostanze, ovvero non è possibile mantenere le distanze e portare la mascherina. In questi casi le informazioni sui contatti devono essere conservate dall’organizzatore per 14 giorni (periodo di incubazione) per poter tracciare tutti quelli che sono stati in contatto con una persona rivelatasi infetta. Per l’attuazione del Contact Tracing sono responsabili i medici cantonali.

Quando è sufficiente la registrazione dei dati di una sola una persona di un gruppo?
In caso di famiglie o di altri gruppi di partecipanti o di visitatori che palesemente si conoscono fra di loro.

Come si distingue tra sport popolare e sport di prestazione nel contesto delle misure?
Sono considerati atleti dello sport di prestazione: gli atleti che possiedono un tesserino nazionale o regionale di Swiss Olympic (Swiss Olympic Card), gli atleti che fanno parte dei quadri nazionali di una federazione sportiva nazionale e le squadre che appartengono a una lega con un campionato professionistico o semi-professionistico o che sono aggregate a una lega nazionale di giovani leve. Se l'attività agonistica è svolta solo da uno dei due sessi in una lega professionistica o semi-professionistica, le attività di allenamento e le competizioni possono svolgersi anche nella lega corrispondente dell'altro sesso. Tutto il resto è da classificare come sport amatoriale.

Come si distingue tra sport popolare e sport di prestazione nel contesto delle misure?
Sono considerati atleti dello sport di prestazione: gli atleti che possiedono un tesserino nazionale o regionale di Swiss Olympic (Swiss Olympic Card), gli atleti che fanno parte dei quadri nazionali di una federazione sportiva nazionale e le squadre che appartengono a una lega con un campionato professionistico o semi-professionistico o che sono aggregate a una lega nazionale di giovani leve. Se l'attività agonistica è svolta solo da uno dei due sessi in una lega professionistica o semi-professionistica, le attività di allenamento e le competizioni possono svolgersi anche nella lega corrispondente dell'altro sesso. Tutto il resto è da classificare come sport amatoriale.

Chi decide se un atleta fa parte dei quadri nazionali?
La rispettiva federazione sportiva. Se in una federazione sportiva non è stabilita la composizione definitiva dei quadri, sono considerati come atleti dello sport di prestazione gli atleti che vengono regolarmente selezionati dalla competente federazione nazionale per partecipare a competizioni internazionali nella loro disciplina sportiva e nella loro categoria.

Chi stabilisce se una lega è considerata professionistica o semi-professionistica?
In linea di principio i Cantoni. Come riferimento si rinvia alla classificazione delle leghe per la concessione di contributi a fondo perso enunciata nell'art. 12b della legge Covid-19 (RS 818.102). Tale classificazione non è tuttavia esaustiva nel presente caso. Con la lettera d – analogamente alla lettera c – si vuole consentire allo sport di squadra orientato alle prestazioni di proseguire con le proprie attività. Il criterio della professionalità non si fonda unicamente sulla redditività economica delle operazioni sportive, ma prende in considerazione anche altri fattori come ad es. l'organizzazione dell'allenamento, la professionalità dello staff tecnico, le ore di allenamento settimanali ecc. Le federazioni sportive possono esprimere il proprio parere.

Qual è il numero massimo di atleti di punta che possono fare sport insieme?
Il numero massimo di un gruppo composto da singoli atleti non è specificato. Dipende dall'occupazione ammissibile della palestra che è specificata nel piano di protezione del gestore dell'impianto sportivo. I gruppi possono comprendere al massimo 15 persone. Squadre fisse (ad es. doppio nel tennis o squadre di canottaggio) possono allenarsi insieme.

Gli spettatori sono consentiti?
A determinate condizioni, le manifestazioni con pubblico sono di nuovo permesse per competizioni di squadre che militano in una lega professionistica o semi-professionistica o in una lega giovanile nazionale o per competizioni di atleti dello sport di prestazione. Il numero massimo di spettatori è limitato a 100 persone all'aperto e 50 persone al chiuso. Inoltre la capacità attuabile è limitata al massimo a un terzo della capienza del luogo della manifestazione Vige l'obbligo di rimanere seduti e di indossare la mascherina, con una distanza minima di 1.5 m o un posto a sedere libero tra gli spettatori. Non è permesso l'esercizio di ristorazione (incl. take away). È permesso – come per i viaggi in treno – portarsi appresso una bevanda o un piccolo snack e togliere la mascherina per il tempo necessario alla consumazione.

Le persone appartenenti allo staff o le riserve contano come spettatori?
No.

Quali disposizioni valgono per le attività sportive che includono gruppi composti sia da persone che praticano lo sport popolare che da atleti dello sport di punta?
In questo caso occorre rispettare le disposizioni più rigorose che si applicano alle persone che praticano sport popolare.

Dove è possibile trovare informazioni per quanto riguarda le competizioni internazionali?
Preso Swiss Olympic.

Quali sono le disposizioni in vigore per le attività nell'ambito dello sport con bambini delle classi del livello primario?
È di competenza dei Cantoni: domande in tal senso devono essere indirizzate alle rispettive autorità cantonali.

Quali sono le disposizioni in vigore per le attività nell'ambito dello sport con bambini delle classi del livello secondario II?
È di competenza dei Cantoni: domande in tal senso devono essere indirizzate alle rispettive autorità cantonali.

Attualità



Ufficio federale dello sport UFSPO Hauptstrasse 247
CH-2532 Macolin

E-Mail


Comunicazione UFSPO

+41 58 467 61 33
E-Mail


Reservazioni

Centro nazionale dello sport Macolin
+41 58 467 61 11
E-Mail
Internet


Ufficio federale della sanità pubblica UFSP

Infoline Coronavirus:
+41 58 463 00 00

UFSP: Nuovo coronavirus