print preview

COVID-19 e lo Sport

Qui trovate informazioni attuali sugli aiuti finanziari della Confederazione e sulle condizioni quadro previste per le attività sportive e le manifestazioni sportive.

 

In occasione della sua seduta del 23 giugno 2021 il Consiglio federale ha deciso un’ulteriore fase di riapertura a partire dal 26 giugno, la quale interesserà anche lo sport. Maggiori informazioni al riguardo nel seguente comunicato stampa. 


Q & A

Update: 25.06.2021, 15.20h

In occasione della sua seduta del 23 giugno 2021 il Consiglio federale ha deciso un’ulteriore fase di riapertura a partire dal 26 giugno, la quale interesserà anche lo sport. Qui trovate le domande più frequenti con le relative risposte.

  • Il sostegno finanziario per i casi di rigore è di competenza dei Cantoni e le corrispondenti informazioni possono essere consultate qui.
  • Per principio, le domande specifiche che riguardano la propria disciplina sportiva vanno rivolte alla competente federazione sportiva o del settore. Le domande sui campi possono essere rivolte alle rispettive associazioni giovanili. Informazioni di rilievo sono disponibili anche nel sito di Swiss Olympic.
  • I Cantoni possono rendere più rigorose le misure federali in qualsiasi momento e prevedere delle direttive più severe. Le informazioni sulle misure cantonali figurano nel sito web del rispettivo Cantone o qui (sito CDS). I link per i servizi d'informazione cantonali sono disponibili sul sito www.ch.ch
  • Gioventù+Sport: Informazioni sui campi G+S nonché sulla formazione e il perfezionamento G+S figurano nel sito gioventuesport.ch.

Q & A sugli allentamenti nel campo dello sport

Chi ha bisogno di un piano di protezione?
I gruppi a partire da 6 persone (compresi i monitori) devono avere un proprio piano di protezione così come anche i gestori di impianti sportivi. Tale provvedimento si applica a prescindere dall’età e vale per tutte le attività sportive anche al di fuori delle strutture delle società.

Riguardo ai certificati COVID si applicano diversi requisiti?
Sì. In ogni caso, per l'attuazione del piano di protezione e per il contatto con le autorità competenti deve essere designata una persona responsabile.

Se l'accesso per persone di più di 16 anni è subordinato a un certificato, il piano di protezione deve prevedere delle misure per l'igiene e per il controllo dell'accesso.

Se l'accesso per persone di più di 16 anni non è subordinato a un certificato, il piano di protezione deve prevedere delle misure per l'igiene e per il distanziamento come pure misure per l'attuazione dell'obbligo della mascherina. Inoltre, per le attività al chiuso che si svolgono senza mascherina e senza le distanze o senza barriere adeguate devono essere previste delle misure per la raccolta dei dati di contatto.

Chi approva i piani di protezione?
L'approvazione dei piani di protezione non è di competenza della Confederazione. Le autorità cantonali possono disporre che i piani di protezione gli vengano sottoposti.

I piani di protezione già esistenti devono essere adeguati alle nuove disposizioni?
Sì.

A chi devono essere sottoposte le domande di dettaglio in merito ai piani di protezione e alla loro attuazione?
Alla competente associazione sportiva o di categoria.

Su cosa ci si può basare per l'allestimento di un piano di protezione?
Sul piano quadro di protezione della competente associazione sportiva o di categoria o sulle direttive pubblicate nell’allegato nell’ordinanza.

Bisogna essere membri di una federazione per potersi basare sul suo piano quadro di protezione?
No.

A quali parametri bisogna fare riferimento se non esiste una federazione per la disciplina sportiva in questione?
Al piano quadro della federazione di una disciplina sportiva simile o direttamente alle direttive dettagliate nell’allegato dell’ordinanza.

Cosa vale per le attività sportive?
L’esercizio di un’attività sportiva o culturale all’aperto non è più soggetto ad alcuna restrizione. Al chiuso devono invece essere registrati i dati di contatto. L’obbligo della mascherina e quello di mantenere la distanza e le limitazioni della capienza sono revocati. Non viene fatta più distinzione tra gruppi di età o di livello; per tutte le persone nello sport si applicano le stesse regole.

Sono quindi ammessi anche gli sport di contatto?
Sì.

La dimensione del gruppo è soggetta a restrizioni?
No.

È prescritto uno spazio minimo per fare sport?
No.

La capienza può essere sfruttata appieno?
Le strutture per il tempo libero e gli impianti sportivi possono sfruttare appieno la propria capienza. I parchi acquatici possono riaprire. Soltanto alle manifestazioni senza certificato COVID la capienza è limitata a due terzi (v. domande seguenti).

Sono ammesse le competizioni?
Sì.

Restano in vigore le restrizioni nelle aree esterne?
Non vige più alcuna restrizione concernente la dimensione massima dei gruppi, l’obbligo della mascherina o il distanziamento.

Vigono prescrizioni per i luoghi chiusi?
Per le attività che si svolgono in luoghi chiusi devono essere registrati i dati di contatto delle persone e i locali devono disporre di una ventilazione efficace. Non sono previste altre restrizioni. Se si tratta di manifestazioni, è inoltre applicabile il corrispettivo limite massimo di persone (v. domande seguenti). Negli spazi nei quali non sono praticate attività sportive (spogliatoi, aree d'entrata ecc.) vale sempre ancora l'obbligo della mascherina.

Manifestazioni con certificato
Per le manifestazioni con accesso limitato alle persone in possesso di un certificato COVID, incluse le grandi manifestazioni, sono revocate tutte le restrizioni. Sono dunque di nuovo consentite le manifestazioni con più di 10 000 persone già dal 26 giugno. La capienza può essere sfruttata appieno. In un piano di protezione devono essere definite tra l’altro le modalità d’attuazione della limitazione dell’accesso alle persone con certificato. Per le manifestazioni con più di 1000 persone è necessaria l’autorizzazione del Cantone.

Manifestazioni senza certificato
Per le manifestazioni che non richiedono il certificato COVID vale quanto segue:
- se il pubblico è seduto, sono consentiti 1000 spettatori, sia al chiuso che all’aperto;
- se i presenti stanno in piedi o si muovono, il limite massimo è di 250 persone al chiuso e di 500 all’aperto;
- possono essere utilizzati due terzi della capienza, sia al chiuso che all’aperto;
- al chiuso vige l’obbligo della mascherina e la consumazione è permessa soltanto nel settore della ristorazione; se però vengono registrati i dati, anche al posto a sedere;
- all’aperto non è obbligatorio indossare la mascherina;
- sono vietate le manifestazioni e i concerti in cui si balla.

È possibile sottoporsi al test gratuitamente prima delle manifestazioni?
Retroattivamente dal 1° giugno 2021, ora per le manifestazioni a cui è consentito partecipare solo con certificato COVID valido, il materiale di test per i test rapidi SARS-CoV-2 per uso professionale effettuati sul posto è rimunerato in analogia ai test ripetuti nelle associazioni. La rimunerazione avviene alle stesse condizioni dei test ripetuti nelle associazioni. Non sono assunte le spese per la necessaria infrastruttura di test né per il personale specializzato sul posto, che sono a carico dell’organizzatore.

Quali regole si applicano alle grandi manifestazioni?
Per grandi manifestazioni s’intendono manifestazioni con più di 1000 persone (partecipanti e spettatori). Possono essere organizzate solo con un’autorizzazione cantonale e sono ammesse solo persone con un certificato. Oltre all’obbligo di elaborare un piano di protezione non sono previste altre restrizioni. Le restrizioni valevoli finora (come il limite massimo di persone) sono revocate.

Per i bambini e i giovani vige l'obbligo di portare la mascherina mentre praticano sport?
No.

I bambini devono presentare un certificato alle grandi manifestazioni?
No, nell’ambito delle norme di accesso per le grandi manifestazioni è previsto di accordare a bambini e adolescenti sotto i 16 anni l’accesso generalizzato senza certificato COVID per i seguenti motivi: poiché l’autorizzazione della vaccinazione per questa fascia d’età sarà fornita solo a partire dall’estate, non sarebbe possibile utilizzare il certificato a seguito di avvenuta vaccinazione prima della fase 3 (fase di normalizzazione). Essendo dimostrato che bambini e adolescenti sono meno esposti al SARS-CoV-2 e che la probabilità che lo trasmettano è minore, il rischio per questa fascia d’età è relativamente basso.

Gli organizzatori che offrono test sul posto devono rilasciare un certificato?
Gli organizzatori che offrono test sul posto devono anche rilasciare certificati, perché li verificano all’ingresso.

Sarà sufficiente il certificato light per le grandi manifestazioni?
Sì, un certificato COVID light valido è sufficiente per partecipare a grandi manifestazioni, poiché contiene le informazioni rilevanti.

Sono ammessi spettatori per le manifestazioni sportive all'aperto?
Se l’accesso non è limitato alle persone con un certificato, agli eventi sportivi pubblici all’aperto con l’obbligo di stare seduti sono ammesse fino a 1000 persone (spettatori e partecipanti). Ciò vale sia per le competizioni professionistiche sia ora anche per quelle amatoriali. Senza obbligo di stare seduti, all’aperto sono ammessi fino a 500 spettatori. Le strutture possono essere occupate fino a due terzi della capienza. Per le manifestazioni per accedere alle quali a partire dai 16 anni occorre esibire un certificato non sono previste restrizioni: basta attuare un piano di protezione che garantisca il controllo dell’accesso e i provvedimenti d’igiene. Per le manifestazioni con più di 1000 persone è necessaria un’autorizzazione cantonale.

Sono ammessi spettatori per le manifestazioni sportive al chiuso?
Anche nei luoghi chiusi, se l’accesso non è limitato alle persone con un certificato sono ammesse fino a 1000 persone (pubblico e sportivi partecipanti). Se il pubblico è in piedi o si sposta liberamente, il limite massimo è di 250 persone. Ciò vale sia per le competizioni professionistiche sia per quelle amatoriali. Per il pubblico vigono l’obbligo della mascherina e il distanziamento. Gli spalti destinati agli spettatori possono essere occupati fino a due terzi della capienza. La consumazione di cibi e bevande è consentita solo nelle strutture della ristorazione. Se sono registrati i dati di contatto, la consumazione è possibile anche al posto a sedere.

Allo stadio sono consentiti gli stand take-away per la ristorazione?
Sì. All’aperto non vige alcuna restrizione. Per le manifestazioni riservate alle persone con un certificato, la consumazione è consentita ovunque, anche nei luoghi chiusi. Altrimenti al chiuso esclusivamente da seduti nelle aree di ristorazione. Se sono registrati i dati di contatto la consumazione è consentita anche nei posti a sedere.

In quale settore rientrano le attività per il tempo libero organizzate da offerenti privati?
È il singolo offerente (ristorante, offerta per il tempo libero ecc.) a decidere se esigere il certificato COVID, e avere così la possibilità di rinunciare ai provvedimenti del piano di protezione, o se fare a meno dell’accesso selettivo e continuare a lavorare con gli attuali piani di protezione. La Confederazione non fornisce alcuna raccomandazione a riguardo.

Sono ammessi i campi?
È consentito organizzare e svolgere dei campi nel rispetto delle disposizioni vigenti e se si dispone di un piano di protezione.

È possibile effettuare test prima della partecipazione a campi estivi?
Sia i partecipanti che gli assistenti possono sottoporsi gratuitamente al test prima o durante il campo (test PCR aggregato o test antigenico rapido). La rimunerazione avviene alle stesse condizioni dei test ripetuti nelle scuole. La nuova regolamentazione si applica retroattivamente a partire dal 1° giugno 2021.

Chi decide riguardo all'apertura di un impianto sportivo?
Il gestore.

È nuovamente possibile frequentare un parco acquatico?
Sì. I parchi acquatici, come i bagni termali e i centri wellness, possono riaprire le aree interne anche per attività durante le quali non è possibile portare la mascherina. Le aree senza mascherina vanno designate nel piano di protezione. Se l’accesso è riservato alle persone con un certificato, non sono previste restrizioni.

Quali regole valgono per il ballo?
Le manifestazioni di ballo (feste di ballo o altro) sono vietate; i corsi e le esibizioni di ballo non sottostanno a tale divieto e pertanto sono ammessi.

I limiti di capacità valgono anche per gli impianti all'aperto come skatepark e pumptrack?
No.

Vi sono dei limiti di capacità per impianti al chiuso come palestre per il trampolino o piscine coperte?
No.

Gli spazi all'interno delle strutture come gli spogliatoi possono essere utilizzati?
Sì. Le aree di ingresso, servizi igienici e spogliatoi, possono rimanere aperti a condizione che esista un piano di protezione. In questi spazi vale l'obbligo della mascherina.

L'UFSPO può rilasciare delle autorizzazioni?
No, si applica l'ordinanza.

L'UFSPO controlla il rispetto dei regolamenti nello sport?
No. Le autorità cantonali e comunali sono responsabili del controllo del rispetto delle misure in vigore.

Le persone interessate devono essere informate in merito alla registrazione dei dati di contatto e sul fatto che rinunciando a misure relative a distanze e barriere protettive in principio sussiste il rischio di infezione?
Sì. E oltre a ciò una persona può essere esclusa da una manifestazione se si rifiuta di indicare i propri dati di contatto.

Qual è la situazione della protezione dei dati con il Contact Tracing?
Raccogliere informazioni relative ai contatti per motivi di protezione dei dati è ammesso solo se la persona interessata viene informata in merito e se le misure sono adeguate alle circostanze, ovvero non è possibile mantenere le distanze e portare la mascherina. In questi casi le informazioni sui contatti devono essere conservate dall’organizzatore per 14 giorni (periodo di incubazione) per poter tracciare tutti quelli che sono stati in contatto con una persona rivelatasi infetta. Per l’attuazione del Contact Tracing sono responsabili i medici cantonali.

Quando è sufficiente registrare i dati di una sola una persona di un gruppo?
In caso di famiglie o di altri gruppi di partecipanti o di visitatori che palesemente si conoscono fra di loro.

Dove è possibile trovare informazioni per quanto riguarda le competizioni internazionali?
Preso Swiss Olympic

 

Quali sono le disposizioni in vigore per le attività nell'ambito dello sport con bambini delle classi del livello primario?
È di competenza dei Cantoni: domande in tal senso devono essere indirizzate alle rispettive autorità cantonali.

Quali sono le disposizioni in vigore per le attività nell'ambito dello sport con bambini delle classi del livello secondario II?
È di competenza dei Cantoni: domande in tal senso devono essere indirizzate alle rispettive autorità cantonali.

Attualità



Ufficio federale dello sport UFSPO Hauptstrasse 247
CH-2532 Macolin

E-Mail


Comunicazione UFSPO

+41 58 467 61 33
E-Mail


Reservazioni

Centro nazionale dello sport Macolin
+41 58 467 61 11
E-Mail
Internet


Ufficio federale della sanità pubblica UFSP

Infoline Coronavirus:
+41 58 463 00 00

UFSP: Nuovo coronavirus