print preview Ritornare alla pagina precedente Home

Coronavirus: allo studio misure meno restrittive per lo sport

Nel quadro delle decisioni per un allentamento dei provvedimenti presi a seguito del coronavirus il Consiglio federale ha considerato anche lo sport. Ha pertanto incaricato il DDPS di elaborare e presentare entro la metà di maggio una strategia per l’allentamento delle misure prese nel campo dello sport.

17.04.2020 | KOMM BASPO

 

Giovedì 16 aprile 2020 il Consiglio federale ha mostrato come intende allentare gradualmente i provvedimenti per il contenimento del coronavirus. Se l’evolversi della situazione lo consente l’allentamento avverrà in tre tappe: il 27 aprile, l’11 maggio e l’8 giugno sono previste di volta in volta misure per un graduale ritorno alla normalità. Nel quadro delle sue decisioni del 16 aprile il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport DDPS di elaborare un piano programmatico per l’allentamento delle misure nell’intero settore dello sport. Il documento dovrebbe mostrare in che modo – nel rispetto delle generiche misure di protezione che continuano a restare in vigore – sia possibile riprendere gli allenamenti, le gare o la pratica sportiva nel tempo libero. Fra le misure generiche rientrano ad esempio il cosiddetto social distancing e il divieto di assembramenti superiori a cinque persone.

L’Ufficio federale dello sport UFSPO elabora tale piano direttivo in collaborazione con l’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP, i cantoni, i comuni e le città, l’associazione mantello dello sport svizzero Swiss Olympic e i rappresentanti di altre federazioni sportive e leghe. Il documento dovrebbe essere sottoposto all’attenzione del Consiglio federale il 13 maggio. Restano riservati eventuali allentamenti decisi dall’Ufficio federale della sanità pubblica che potrebbero riguardare anche lo sport.