Multiculturalità nello sport

L’integrazione è un compito che riguarda tutta la società civile. Nella società svizzera, largamente influenzata dalla multiculturalità, sono coinvolti tutti i settori e istituzioni, anche quelli dello sport.

Ai sensi della Legge federale sugli stranieri (LStr) del 1° gennaio 2008 l’integrazione viene vista come un compito che interessa tutti i livelli e le cui esigenze devono essere considerate da Confederazione, Cantoni e Comuni nell’adempimento dei rispettivi compiti. L’integrazione avviene innanzitutto nelle strutture primarie (mercato del lavoro, istruzione, salute, etc.). L’Ufficio federale dello sport UFSPO è coinvolto in tali strutture sia come ufficio federale che come istanza di sostegno.

Il pacchetto di misure del Consiglio federale per migliorare l’integrazione di persone con radici nell’immigrazione prevede che anche lo sport debba contribuire al raggiungimento di tale obiettivo il coinvolgimento in primo luogo della società civile.

La Legge sulla promozione dello sport attribuisce esplicitamente alla Confederazione l’incarico di promuovere comportamenti con i quali ancorare nel tessuto sociale i valori positivi dello sport e combattere effetti collaterali indesiderati. Nell’ordinanza di attuazione, al titolo riguardante correttezza e sicurezza nello sport, si prevede di promuovere anche l’integrazione nella società e laddove opportuno e necessario di introdurre misure per l’integrazione (OPSpo art. 2 cpv. 2).

L‘UFSPO sostiene l’integrazione di persone con radici nell’immigrazione nello sport tramite:

  • Formazione e perfezionamento nello sport per i giovani e per gli adulti.
  • Insegnamento e ricerca presso la Scuola universitaria federale dello sport SUFSM.
  • Elaborazione di materiale informativo e di ausili pratici.

 

Formazione e perfezionamento

In questo campo l’UFSPO dispone di un’offerta ampia e variata. Dal 2013 esiste presso l’Ufficio federale dello sport UFSPO, nel settore dello sport per i giovani e per gli adulti, il centro di competenze «Sicurezza – Integrazione – Prevenzione nello sport» (CoSIP), che sensibilizza e prepara in materia i monitori G+S, gli allenatori G+S per le giovani leve, esperti e coach G+S. Con diversi moduli  e materiale di base, come ad esempio il promemoria «Multicultualità nello sport», Gioventù+Sport  aiuta i monitori a inserire la multiculturalità nel proprio allenamento, a comportarsi di conseguenza e a superare le sfide che si presentano. Infine, con l’attività di ricerca e di insegnamento nei cicli di studi di bachelor e di master della SUFSM gli studenti sono sensibilizzati al tema e formati in materia.

Materiale informativo di base

I promemoria e il materiale informativo nei settori dell’integrazione, della migrazione, della salute e della formazione possono essere scaricati dalla rete: www.gioventuesport.ch


Ufficio federale dello sport UFSPO Integrazione
Sport dei giovani e degli adulti
2532 Macolin
Tel.
+41 58 467 62 38

E-Mail


Stampare contatto

Ufficio federale dello sport UFSPO

Integrazione
Sport dei giovani e degli adulti
2532 Macolin

Vedi mappa